Notice: wpdb::prepare è stato richiamato in maniera scorretta. The query does not contain the correct number of placeholders (2) for the number of arguments passed (3). Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 4.8.3.) in /web/htdocs/www.tecnoali.com/home/website-2016/wp-includes/functions.php on line 4042
FRUTTI CULTURA POST RACCOLTA - Tecnoalimenti
en / it
Progetti

Condividi: Email / Twitter / LinkedIn

FRUTTI CULTURA POST RACCOLTA

Studio di microsistemi multifunzionali per determinazioni chimiche e biochimiche in matrici biologiche complesse

Obiettivi

Messa a punto di un SISTEMA INTEGRATO VOLTO ALLA QUALITA’ E SICUREZZA D’USO DELLA FRUTTA ATTRAVERSO UN’AZIONE COMBINATA DI NUOVE TECNOLOGIE APPLICATE ALLE DIVERSE FASI DEL POST-RACCOLTA.

attarverso:

  • la valutazione delle esigenze specifiche dei singoli prodotti per rallentarne il metabolismo al fine di migliorarne la qualità finale
  • la sperimentazione di linee di difesa a minor impatto per la lotta ai principali patogeni da post-raccolta
  • lo sviluppo di linee di preparazione per il mercato sempre più automatizzate con controlli in linea per la selezione e lo scarto di prodotti indesiderati;
  • l’implementazione di sistemi di automazione e controlli nella gestione della centrali ortofrutticole funzionale allo sviluppo della tracciabilità

Abstract di Progetto

Il progetto prevede di sperimentare un sistema di gestione post-raccolta di tutto il comparto frutticolo italiano che sappia uniformare e conformarsi in maniera versatile alle peculiarità qualitative circoscritte ad ogni singola specie.

Le attività saranno svolte alla definizione di tempi, modalità e caratteri della maturazione del frutto per la raccolta di pesco, melo, actinidia, clementine e uva da tavola (indici di raccolta). Il risultato sarà ottenuto attraverso un approfondito studio e confronto degli indici di raccolta in funzione: delle più comuni avversità fisiologiche e patologiche; delle specifiche modalità di conservazione; delle diverse tecniche di confezionamento; delle differenti gestioni del trasferimento al punto vendita.

L’aspetto più innovativo del Progetto prevede un’interazione sinergica tra esperti di patologia vegetale, tecnologie alimentari, varietà, tecnica colturale, informatica, chimica, biochimica e biologia molecolare in grado di permettere un’analisi globale di tutti i fattori.

Partner di progetto

CORDINATORE: CRPV: Centro Ricerche Produzioni Vegetali

PRINCIPALI PARTNER:

  • Dipartimento di Colture Arboree dell’Università di Bologna
  • CRIOF Centro di Sperimentazione di Patologia per la Conservazione e Trasformazione degli Ortofutticoli
  • CRA Istituto Valorizzazione Tecnologica dei Prodotti Agricoli
  • Università degli Studi di Parma – Dip. di Ingegneria Industriale
  • Tecnoalimenti S.C.p.A.